Commissione per lo studio delle valute complementari

Commissione per lo studio delle valute complementari

In seguito alla richiesta di numerosi delegati ENAC e di associazioni affiliate, all’utilizzo delle valute complementari, abbiamo deciso di esaminare la situazione attuale.

Valute complementari

Vista la costante crescita dell’utilizzo di tali valute come strumenti di commutazione con cui è possibile scambiare beni e servizi affiancando il denaro ufficiale e che tale valute sono accettate e utilizzate all’interno di molte reti sociali per facilitare e favorire lo scambio di merci, la circolazione di beni e servizi all’interno di quella rete sociale, rispetto al resto della comunità, la presidenza ha disposto la formazione di una “Commissione per lo studio delle valute complementari”.

Lo scopo è quello di analizzare vantaggi e benefici derivanti dall’uso di tali valute, sia all’interno dell’ente che delle affiliate, valutando eventuali rischi e problematiche legali.

Membri della commissione

Luciano Malara – Presidente

Laura Borgognoni – Membro

Marco Braccini – Membro

Claudio Cattedri – Membro

Raffaele Ferraresso – Membro

La commissione, una volta ultimato lo studio, dovrà produrre una relazione entro 6 mesi dalla sua costituzione. In caso di necessità, ai membri iniziali, potranno essere aggiunti professionisti utili al raggiungimento dello scopo.

Recommended For You