Registro Unico Nazionale del Terzo Settore

registro unico nazionale del terzo settore

Dopo tanti anni è arrivato l’atteso decreto per l’avvio del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore. Si parte con le operazioni di trasmigrazione per organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale.

Registro Unico Nazionale del Terzo Settore

Dal 23 novembre 2021 parte ufficialmente l’operatività del registro unico nazionale del Terzo settore (Runts). Nella prima fase è previsto il processo di trasferimento delle organizzazioni di volontariato (Odv) e delle associazioni di promozione sociale (Aps) iscritte nei rispettivi registri regionali, provinciali o nazionali.

La comunicazione è avvenuta con la pubblicazione del decreto direttoriale del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

Odv e Aps

La prima fase interessa le Odv e Aps iscritte nei registri regionali o provinciali.

Gli uffici delle Regioni e delle Province autonome dovranno perfezionare la trasmigrazione nel Runts entro il 21 febbraio 2022.

Aps nazionali

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali dovrà perfezionare il trasferimento al Runts dei dati delle associazioni nazionali di promozione sociale, delle loro articolazioni territoriali entro il 23 dicembre 2021.

I tempi per gli uffici del Runts

Ciascun ufficio competente ha 180 giorni di tempo, a partire dal 21 febbraio 2022, per verificare le posizioni dei singoli enti rispetto ai tempi dettati dal decreto ministeriale.

In caso di mancata comunicazione agli enti vige il silenzio assenso.

I vecchi registri delle Odv e delle Aps, così come quello quello nazionale delle Aps, rimangono attivi solo per i procedimenti di trasferimento nel nuovo registro.

Iscrizione al RUNTS

Dal 24 novembre 2021 possono essere presentate le istanze di iscrizione in una delle sezioni del Runts da parte degli enti.

Se non sapete se iscrivervi o meno al registro guardata la tabella comparativa tra le associazioni iscritte e quelle non iscritte al RUNTS..

 

You might like